Partito di Alternativa Comunista

 

 

La Lega Internazionale dei Lavoratori – Quarta Internazionale

 

La Lega Internazionale dei Lavoratori – Quarta Internazionale (www.litci.org) è un’organizzazione che raggruppa i partiti di circa trenta Paesi nel mondo. Il Partito di Alternativa Comunista è la sua sezione italiana. Ci battiamo per ricostruire a livello internazionale una direzione rivoluzionaria nel movimento operaio, perché crediamo che la crisi dell’umanità dipenda anzitutto dalla crisi della direzione rivoluzionaria: è necessario costruire in tutti i Paesi del mondo partiti comunisti che si pongano l’obiettivo di abbattere il sistema capitalistico, espropriare la borghesia dei mezzi di produzione, costruire un’economia collettiva, socializzata, dove, come scrivevano Marx ed Engels nel Manifesto del partito comunista, “il libero sviluppo di ciascuno sia la condizione per il libero sviluppo di tutti”. Solo così sarà possibile salvare il Pianeta dalla catastrofe.
Nata e diffusasi inizialmente soprattutto in America latina – e per questo meglio nota come Liga Internacionale de los Trabajadores – Cuarta Internacional, da cui la sigla Lit-Ci) – la Lit-Ci rivendica la battaglia di Marx, Engels, Lenin, Trotksy.  Dal punto di vista storico, si richiama alla battaglia dell’Opposizione di Sinistra di Lev Trotsky, che, a partire dagli anni Venti del Novecento, iniziò una lotta contro lo stalinismo. Inizialmente, dal 1923 al 1933, Trotsky cercò di riformare la Terza Internazionale (che aveva fondato con Lenin nel 1919, dopo la presa del potere in Russia nel novembre del 1917). Quando lo stalinismo nel 1933 aprì la porta all’ascesa al potere di Hitler in Germania, poiché Stalin e i partiti del Comintern ostacolarono l’organizzazione di azioni incisive di fronte unico contro il fascismo, Trotsky avviò i lavori per costruire una nuova internazionale, la Quarta Internazionale, che verrà fondata nel 1938. Manifesto della Quarta Internazionale è il “Programma di transizione” (tradotto e pubblicato dal nostro partito in collaborazione con Massari editore). La sezione più grande era l’Swp (Socialist Workers Party) statunitense, che aveva come principale dirigente James Cannon. Vi erano inoltre sezioni in decine di Paesi del mondo.
Dopo l’assassinio di Trotsky in Messico per mano di un sicario stalinista (1940), la Quarta Internazionale iniziò – sotto i colpi incrociati di fascisti, stalinisti e borghesie liberali - un lento processo di crisi. A esso contribuirono anche le posizioni centriste della nuova direzione (Michel Raptis detto Pablo, Ernest Mandel, Livio Maitan, ecc).
È in particolare il congresso del 1951 a segnare una svolta nella Quarta Internazionale. Pablo e Mandel iniziarono a teorizzare la necessità di un “entrismo sui generis” nei partiti riformisti, stalinisti e nazionalisti borghesi: a differenza dell’entrismo teorizzato da Trotsky - che era ammesso per brevi periodi e in casi eccezionali ed era funzionale a rompere i partiti stalinisti e socialdemocratici per costruire il partito rivoluzionario - questo tipo di entrismo si traduceva in un appiattimento sulle posizioni delle direzioni traditrici (riformiste, staliniste, nazionaliste borghesi). Secondo Pablo e Mandel questo tipo di “entrismo senza critica” era necessario per rispondere all’attacco dell’imperialismo e difendere l’Urss (stalinizzata). Di fatto si abbandonava così la lotta contro la burocrazia stalinista, misconoscendone il carattere controrivoluzionario.
Dopo una serie di rotture, provocate appunto da questa politica codista, la Quarta Internazionale, nel 1963, si riunificò all’indomani della rivoluzione cubana del 1959: nacque il SU, il Segretariato Unificato della Quarta Internazionale. Iniziò a questo punto una capitolazione da parte del SU alle posizioni del guerrillerismo, abbandonando così anche i principi marxisti di costruzione dei partiti e dell’internazionale operaia, a vantaggio di una strategia foquista (piccoli gruppi armati, sul modello della rivoluzione cubana). Contro queste posizioni si sviluppò all’interno del SU la battaglia di Nahuel Moreno, il principale dirigente del partito argentino, che, insieme con l’Swp statunitense e molti partiti sudamericani, organizzò una corrente che si opponeva alla politica di Mandel.
Negli anni Settanta si ebbe una ulteriore degenerazione della direzione maggioritaria del SU. Quando scoppiò la rivoluzione portoghese nel 1974, Mandel appoggiò il Mfa (Movimento delle Forze Armate) che sosteneva il governo borghese in Portogallo. Contro queste posizioni di collaborazione di classe, all’interno del SU si costituì una corrente, la Frazione bolscevica, cui aderirono vari partiti nel mondo: da qui avrà origine la Lit-Ci.Dopo aver affrontato la dittatura in Argentina (dove aveva il suo principale gruppo dirigente), la Frazione bolscevica partecipò nel 1979 alla rivoluzione nicaraguense, promuovendo la Brigata Simon Bolivar, che organizzò militanti di tutta l’America Latina per portare sostegno alla rivoluzione. I Sandinisti, dopo aver vinto la guerra civile, seguendo la politica di Castro, anziché costruire un governo operaio e socialista ed espropriare la borghesia, promossero un governo nazionalista borghese che iniziò a perseguitare gli attivisti della Brigata Simon Bolivar. Il SU appoggiò il governo sandinista, mentre i nostri compagni dovettero affrontare una dura repressione.
Dopo questi fatti, si sancì definitivamente la rottura della Frazione Bolscevica col SU. Nacque quindi nel 1982 la Lega Internazionale dei Lavoratori – Quarta Internazionale, che riuniva diversi partiti di tutto il mondo e che aveva come suo principale partito il Mas (Movimento dell’Alternativa Socialista) argentino (che diventerà di lì a poco il più grande partito trotskista della storia). Sull’onda però della restaurazione del capitalismo in Cina e in Urss, che provocò un disorientamento generale delle direzioni del movimento operaio, la Lit affrontò una crisi interna, accelerata dalla morte di Moreno (1987) e dalla dissoluzione del Mas argentino (1992).
A partire dalla metà degli anni Novanta, la Lega Internazionale dei Lavoratori riuscì di nuovo a rafforzarsi, in particolare grazie alla costruzione e alla crescita del Pstu (Partito socialista dei lavoratori unificato), fondato in Brasile nel 1994. Il Pstu è oggi la più grande e radicata nel movimento operaio organizzazione trotskista del mondo. Nel corso degli anni Novanta e Duemila, la Lit-Ci si è progressivamente estesa in molti Paesi, dall’America Latina all’Europa, dall’Asia all’Africa. Oggi è alla testa di alcuni importanti processi rivoluzionari, come quello cileno (la sezione della Lit-Ci in Cile è il Mit). Il Partito di Alternativa Comunista è nato nel 2007 ed ha, da subito, aderito alla Lit-Ci, di cui oggi è la sezione italiana.

 

 

 

 

 

 

Sezioni della Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale www.litci.org

Argentina
Partido Socialista de los Trabajadores Unificado – PSTU    www.pstu.com.ar

Belgio
Ligue Communiste des Travailleurs - LCT      www.lct-cwb.be

Brasile
Partido Socialista dos Trabalhadores Unificado - PSTU    www.pstu.org.br

Cile
Movimiento Internacional de los Trabajadores - MIT    www.vozdelostrabajadores.cl

Colombia
Partido Socialista de los Trabajadores - PST   www.pstcolombia.org

Costa Rica
Partido de los Trabajadores - PT     www.ptcostarica.org

Ecuador
Movimento al Socialismo - MAS      www.fb.me/mas.ecuador.7

El Salvador
Unidad Socialista de los Trabajadores - UST      bit.ly/ustelsalvador

Honduras
Partido Socialista de los Trabajadores - PST      www.psthonduras.org

Inghilterra
International Socialist League - ISL   internationalsdocialistleague.org.uk

Messico
Corriente Socialista de los Trabajadores - CST

Messico
Grupo Socialista Obreo - GSO

Panama
Liga de Trabajadores Hacia el Socialismo - LTS

Paraguay
Partido de los Trabajadores - PT      bit.ly/ptparaguay

Perù
Nuevo Partido Socialista de los Trabajadores - Nuevo PST      www.pst.pe

Portogallo
Em Luta             www.emluta.net

Russia
Partito Operaio Internazionalista        mjrp.blogspot.com

Senegal
Ligue Populaire Sénegalise - LPS      bit.ly/liguepopulairesenegalaise

Spagna
Corriente Roja        www.corrienteroja.net

Stati Uniti
Workers Voice - Voz de los Trabajadores       www.lavozlit.com

Uruguay
Izquierda Socialista de los Trabajadores - IST      www.ist.uy

Venezuela
Unidad Socialista de los Trabajadores - UST      ust-ve.blogspot.com

Partito di Alternativa Comunista

 

Il Partito di Alternativa Comunista è la sezione italiana della Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale (Lit-Ci, Liga internacional de los trabajadores – Cuarta Internacional) (1). E’ stato fondato nel 2007, dopo una scissione dal Partito della Rifondazione Comunista (allora guidato da Fausto Bertinotti) avvenuta il 26 aprile 2006, all’indomani dell’entrata di Rifondazione nel secondo governo Prodi. In quel momento, l’area di opposizione interna al Prc chiamata Amr (Associazione marxista rivoluzionaria) Progetto comunista si scisse in due parti: la componente maggioritaria (i 2/3 del direttivo dell’area) guidata da Francesco Ricci (presidente vicario del Collegio di Garanzia del Prc e membro dell’Esecutivo nazionale del Prc) e Fabiana Stefanoni (allora la coordinatrice dei giovani dell’area e membro del Comitato politico nazionale del Prc) diede vita a Progetto comunista – Rifondare l’Opposizione dei Lavoratori che decise di uscire dal Prc. La decisione era motivata dal fatto che la maggioranza di Rifondazione comunista aveva deciso di sostenere il governo Prodi II, considerato dai futuri fondatori del Pdac un governo borghese a difesa degli interessi di Confindustria. L’altra componente dell’Amr Progetto Comunista, facente riferimento a Marco Ferrando, restò ancora alcuni mesi nel Prc per fondare poi il Partito comunista dei lavoratori, considerato dai dirigenti del Pdac un partito costruito su basi lasse, non bolsceviche, privo di una reale organizzazione internazionale, destinato quindi al fallimento (2).

Da quel primo nucleo si arrivò alla fondazione, il 7 gennaio del 2007 a Rimini, del Partito di Alternativa Comunista (Pdac) (3). Da subito, il Pdac aderì alla Lega Internazionale dei lavoratori (Lit-Ci), che riunisce più di trenta partiti trotskisti nel mondo, tra cui il Pstu brasiliano (4). Il Pdac, secondo la tattica leninista di utilizzare le elezioni politiche come momento di propaganda del programma, si è presentato in alcune tornate elettorali locali e nazionali, presentando un suo programma e suoi candidati sindaco e premier.

 

Il programma e la propaganda

 

Il programma del Pdac è ben riassunto nell’incipit del suo statuto: “Di fronte alla barbarie del capitalismo, capace di offrire all'umanità solo nuove guerre e miseria, razzismo, sfruttamento dell'uomo e devastazione della natura, il compito fondamentale dei comunisti resta quello espresso nel Manifesto del Partito comunista di Marx ed Engels: guadagnare la maggioranza del proletariato, nel corso delle sue lotte quotidiane, alla comprensione dell'impossibilità di riformare il capitalismo e alla conseguente necessità di conquistare il potere politico attraverso il rovesciamento dell'ordine borghese e la distruzione dei vecchi rapporti di produzione. Solo l'instaurazione della dittatura del proletariato, cioè la trasformazione dei lavoratori in classe dominante, potrà aprire una strada di progresso per l'umanità che conduca infine all'eliminazione della società divisa in classi e alla cancellazione di ogni forma di oppressione. Il Partito di Alternativa Comunista (Pdac) opera alla costruzione dell'organo indispensabile della lotta rivoluzionaria: un partito basato sull'indipendenza di classe dalla borghesia e dai suoi governi. Il PdAC mira a riunire la parte più avanzata e cosciente del proletariato, a unificare gli sforzi e le lotte delle masse lavoratrici, dei disoccupati, dei giovani e di tutti gli oppressi; esso cerca di rappresentare nel presente di ogni movimento il suo avvenire: la trasformazione socialista della società”.

Strumenti di propaganda e diffusione del programma del partito sono il mensile Progetto Comunista, la rivista teorica semestrale Trotskismo Oggi e il sito www.alternativacomunista.org, che pubblica ogni settimana articoli di analisi delle vicende nazionali e internazionali.

 

La Lega Internazionale dei Lavoratori – Quarta Internazionale (Lit-Ci)

 

Il Pdac si richiama al trotskismo e, in particolare, alla Quarta Internazionale, fondata da Lev Trockij nel 1938 a partire dalla battaglia dell’Opposizione di Sinistra allo stalinismo e di cui il principale partito era il nordamericano Socialist Workers Party diretto da James Cannon. Dopo l’assassinio di Trotsky ad opera di un sicario stalinista, la Quarta Internazionale subì un profondo processo degenerativo, arrivando, sotto la direzione di Michalis Raptis detto Pablo e successivamente di Ernest Mandel, a sostenere posizioni in contrasto con i principi originari del marxismo e del bolscevismo, come ad esempio l’entrismo “profondo” nei partiti socialdemocratici (riformisti) e stalinisti al fine di “condizionarne” la politica.

Contro questa degenerazione, sotto impulso di Nahuel Moreno, nel 1982, nacque la Lit-Ci. La rottura definitiva di Moreno con il segretariato unificato avvenne già nel 1979 a seguito della rivoluzione nicaraguense, quando la Frazione Bolscevica diretta da Moreno sostenne la rivoluzione con una propria brigata internazionalista, la Brigata Simon Bolivar che combatté contro la dittatura di Somoza. La direzione dell’allora Quarta Internazionale rifiutò di difendere i membri della Brigata quando vennero espulsi dal Nicaragua dai sandinisti e colpiti dalla repressione per essersi rifiutati di appoggiare il nuovo governo (borghese) dei fratelli Ortega. Recentemente la Lit-Ci è stata tra le poche organizzazioni della sinistra a sostenere la protesta in Nicaragua (5).

Nel 1982 nacque la Lit-Ci, che per diversi anni crebbe anche grazie al contributo molto importante della sua sezione argentina, il Mas, che divenne uno dei più grandi partiti della sinistra in America Latina (e il più grande partito trotskista della storia). Oggi, nonostante la crisi del Mas negli anni Novanta (6), la Lit-Ci è la più ampia organizzazione internazionale tra quelle che si rivendicano trotskiste, l’unica che al contempo si costruisce su un terreno internazionale (con congressi internazionali ogni due anni e un Comitato esecutivo internazionale permanente) e che rivendica apertamente la necessità della rivoluzione permanente come obiettivo strategico del proletariato mondiale e l’instaurazione della dittatura del proletariato. E’ tra i principali protagonisti dei recenti processi rivoluzionari in America Latina, in particolare in Cile con il Mit (7). Negli ultimi anni ha destato clamore internazionale la vicenda di Sebastian Romero e di Daniel Ruiz, militanti della Lit-Ci in Argentina, che sono stati perseguitati dal governo Macrì per aver partecipato a scontri davanti al Parlamento durante una grande manifestazione di massa contro le riforme liberiste del governo (8).

La Lit promuove una rivista internazionale di marxismo titolata Marxismo Vivo (9) - tradotta in varie lingue nel mondo - e una scuola internazionale di formazione marxista per militanti di tutto il mondo, la scuola Riazanov (10).

 

Trotskismo oggi

 

Alternativa comunista in Italia edita la rivista teorica Trotskimo oggi. Si tratta di una rivista semestrale che raccoglie lavori di studio e di analisi della storia del movimento operaio. Gli autori degli articoli sono principalmente i dirigenti del partito ma spesso vengono pubblicati saggi anche di teorici del movimento operaio e intellettuali che non fanno parte del partito. La finalità di questa rivista è aiutare militanti nuovi e (meno nuovi) a riscoprire il marxismo - e in particolare il trotskismo - per ricostruire il partito della rivoluzione proletaria mondiale.

 

 

 

 

Note

 1) http://www.litci.org

2) https://www.alternativacomunista.it/politica/nazionale/pcl-le-lezioni-di-un-fallimento 

3) https://www.alternativacomunista.it

4) https://www.pstu.org.br/

5) https://www.alternativacomunista.it/politica/internazionale/-sp-1764743847  

6) https://litci.org/es/menu/lit-ci-y-partidos/un-breve-esbozo-de-la-historia-de-la-lit-ci-2/

7) https://www.vozdelostrabajadores.cl/author/mitweb

8)https://www.corriere.it/esteri/17_dicembre_20/pietre-pentole-pallottolebattaglia-buenos-aires-46e8e476-e4f2-11e7-99b2-e4b972c90c1d.shtml;

8) https://www.clarin.com/politica/sebastian-romero-hombre-mortero-pidio-ir-preso_0_HJ5OcJuff.html;

8) https://www.alternativacomunista.it/politica/internazionale/per-la-liberazione-di-daniel-ruiz 

9)http://marxismovivo.org/

10) https://www.alternativacomunista.it/politica/internazionale/la-lit-quarta-internazionale-apre-un-centro-di-formazione-marxista-per-militanti-di-tutto-il-mondo-

 

 

 

 

Questi i nostri recapiti:

 

 Ufficio stampa del partito

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel +39 392 655 4315


 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
(per prendere contatto con il partito o per questioni relative ad esso)

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
(per inviarci notizie, segnalazioni di iniziative, ecc., per la nostra newsletter)

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
(
da utilizzare per inviare articoli al giornale o lettere alla redazione di Pogetto Comunista)





 

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Compila il modulo per iscriverti alla nostra newsletter - I campi contrassegnati da sono obbligatori.


Il campo per collaborare col partito è opzionale

 

Appuntamenti

 27 OTTOBRE PUGLIA

 


 

TRE GIORNI NAZIONALE 

16-17-18- OTTOBRE

CLICCA PER IL

PROGRAMMA COMPLETO 

 


14 OTTOBRE SALERNO

 


9 OTTOBRE ROMA
 
 
 

 
8 OTTOBRE EMILIA ROMAGNA
 
 

 
5 OTTOBRE LOMBARDIA
 
 
 
 

 
1 OTTOBRE BARI
 
 
 

 
22 SETTEMBRE
 
 
 

 
 
 
 
 

 

 

 
 
 
 
 

Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale

NEWS Progetto Comunista n 96

NEWS Trotskismo Oggi n16

Ultimi Video

tv del pdac

Menu principale